Ha 20 anni, è diplomata al Liceo Artistico Luzzati di Chiavari ed è una delle più giovani “promesse” della decorazione su muro.




Lei si chiama Giulia Contini ed è figlia d’arte. Sì, perché suo papà Rocco, da alcuni decenni, è uno degli artigiani più apprezzati sul campo; ora, oltre a restituire vita e bellezza alle facciate dipinte del genovesato, si occupa anche di far crescere professionalmente Giulia, formandola personalmente.

“Diventare una decoratrice è quello che sognavo fin da piccola ammirando mio papà sui ponteggi”, dice Giulia. Che di fronte a sé aveva altre strade, in ambito artistico, ma che ha scelto quella che dietro la ricchezza di prospettive future (intuibile dalla curiosità che le facciate dipinte suscitano fra i tanti turisti stranieri) è anche è la più faticosa. “In questo ramo si lavora all’aria aperta, al caldo o al freddo. Ma tutto si sopporta”. Per tradizione. E per passione.




Pastine hotels: accoglienza e ospitalità

Pastine hotels: accoglienza e ospitalità

L'Hotel Jolanda con la sua Spa, il Tigullio et De Milan e il Sant'Andrea, un meraviglioso boutiq[...]
Da Simonetti anche il pesto diventa un gelato

Da Simonetti anche il pesto diventa un gelato

Regione Liguria e amministrazioni comunali ce la stanno mettendo tutta per far sì che il pesto d[...]
Santa Margherita Palace, relax in grande stile

Santa Margherita Palace, relax in grande stile

Cosa hanno in comune Santa Margherita Ligure, Milano, Roma, Napoli, Firenze e Montecatini Terme? La [...]
Un piacere fra scienza e cultura: il caffè

Un piacere fra scienza e cultura: il caffè

Tutti beviamo il caffè, un piacere quotidiano a cui è difficile dire di no. Ma in quanti di noi poss[...]
Mortola, eleganza senza tempo

Mortola, eleganza senza tempo

Specialista sia nel nautico che in ogni ramo dell'abbigliamento - dalla camiceria ai pantaloni, dall[...]