Forse sorprenderà che il Comune che ospita la sagra del pesce più famosa d’Italia, celebre anche per il presidio slow food legato alla “tonnarella”, sia quello più vegan friendly della Riviera. Eppure, anche se non esistono graduatorie in merito, il colpo d’occhio che si presenta a un vegano “sbarcato” nello splendido borgo marinaro di Camogli è notevole. Via Garibaldi, la promenade che sovrasta il litorale, è un susseguirsi di piacevoli scoperte per chi ha deciso di rinunciare non solo a carne e pesce, ma anche a ogni prodotto di origine animale, a partire dal latte e dalle uova.

Una scelta etica che, se ben ponderata, è la via maestra a una dieta più sana e variegata; una scelta che però non sempre intercetta la sensibilità dei conduttori di bar e ristoranti. Ma qui siamo a Camogli, e per parafrasare il vecchio spot di una banca… Camogli è differente. Non c’è, va detto, una linea ufficiale o un indirizzo in merito. Tutto succede spontaneamente, come per affinità elettiva.

Così accade che nella vetrina di una boutique di Via della Repubblica, Mortola & Ferretti, spicchi una maglietta di tendenza firmata Saint Barth, “Vodka is Vegan”, o che il panificio che si affaccia sul porticciolo esponga un simpatico pannello che ritrae un gabbiano che ammette di preferire la focaccia al pesce. Coincidenze? Chissà. Di certo c’è che, scendendo dalla stazione verso il molo, si viene salutati da “Soffio di Mare natural bar”, un piccolo scrigno di cucina salutare e genuina con molti piatti e prodotti sia per onnivori che per vegetariani e vegani (consigliatissimo l’avocado toast), a partire dagli imperdibili succhi di frutta e verdura estratti a freddo.

Per chi ama il gelato, il Bar Ristorante la Primula non rinuncia a proporre ogni giorno gusti vegani a rotazione, segnalati dall’ormai celebre “V” cerchiata di verde, esposta con un certo orgoglio viste le dimensioni della vetrofania. Non solo: pochi metri e ci si imbatte nella “creperia bretonne”, che sottolinea la possibilità di ordinare una crèpe “Vegan ok” a lettere cubitali, con un totem lungo la via che suscita la curiosità di tutti i passanti.

Potrebbe già bastare, ma a poca distanza la “Trattoria Ligure” segnala a menù che vegetariani e vegani, da loro, sono i benvenuti. Per chi non mangia carne e pesce, sono disponibili non solo insalate ai 4 cereali, spaghetti all’ortolana, Quinoa e verdure grigliate, Capponada vegetariana e altre leccornie, ma anche il pesto vegano, da abbinare a trofie e farro o da gustare nel minestrone alla genovese. Il paradiso, per chi è spesso costretto a ripiegare su penne al pomodoro e verdure grigliate.

E se oltre a essere vegani siete anche amanti del decoro urbano, a Camogli siete davvero a casa: ordine, pulizia e cura dei dettagli saranno il sottofondo ideale al vostro pranzo “cruelty free”.

La Paranza, (quasi) 70 anni di grande cucina

La Paranza, (quasi) 70 anni di grande cucina

L'anno prossimo saranno settanta. Settant'anni di buona cucina, di passione e di dedizione alla cuci[...]
La Stalla dei Frati, location ideale per ogni occasione

La Stalla dei Frati, location ideale per ogni occasione

Matrimoni, Battesimi e Comunioni, ma anche Cene di lavoro, Piccole Riunioni fra amici e Meeting azie[...]
Bar Vittoria, continuità e innovazione

Bar Vittoria, continuità e innovazione

Una consolidata tradizione di caffetteria e gelateria, con vere e proprie specialità come il paciugo[...]
Da Genova con simpatia: Andrea Carlini

Da Genova con simpatia: Andrea Carlini

Diciamolo. Hanno tanti difetti, ma i genovesi sono fra i pochi italiani che sanno ridere di se stess[...]
Col Bistrot il Miami Café si fa in due

Col Bistrot il Miami Café si fa in due

La primavera di Santa Margherita Ligure si è aperta con una gradita novità: in Piazza Martiri della [...]
Tendenze golose: il Cake Design

Tendenze golose: il Cake Design

Torte da record, Ace of Cakes ma soprattutto il Boss delle Torte. Chi non ha visto almeno una puntat[...]
Magnum Marine, alle origini di un successo

Magnum Marine, alle origini di un successo

Cinquantatre anni e sentirsene venti di meno. A chi non piacerebbe? La cosa curiosa è che la gio[...]
Crudité di mare, la nuova tendenza che sposa gusto e benessere

Crudité di mare, la nuova tendenza che sposa gusto e benessere

Si può considerare la risposta italiana alla diffusione del sushi, ma anche uno dei modi più sani di[...]
Forte come una roccia. La storia di un pino diventato simbolo di una comunità

Forte come una roccia. La storia di un pino diventato simbolo di una comunità

“La mareggiata del 29 ottobre lo ha lasciato quasi intatto. Il resto intorno era solo distruzione. L[...]
L'anima di Santa Margherita

L'anima di Santa Margherita

Una brochure, un progetto dagli echi suggestivi ma soprattutto un censimento che permette di portare[...]
Pilates: un corpo nuovo in tempi da record

Pilates: un corpo nuovo in tempi da record

“Ti sentirai meglio in 10 sedute, ti vedrai meglio in 20 sedute ed avrai un corpo nuovo in 30”. In a[...]
Orega, il lusso solidale

Orega, il lusso solidale

di Luisa Pace Florian Lapp, Adrien Lefebvre e Sébastien Bonneaud si sono incontrati nel 2016 nel [...]