Sono una pasta tipica troppo poco diffusa nei ristoranti del Levante, di cui pure sono originari. E sono anche un’ottima scusa per riscoprire una salsa, una variante del pesto, che è tanto rara quanto stuzzicante: la salsa di pinoli, con la quale si accompagnano egregiamente.

Parliamo dei Corzetti (in genovese Croxetti dall’immagine stilizzata di una croce con cui veniva originariamente decorato un lato di questi medaglioni) e, in particolare, dei Corzetti del Levante o Corzetti Stampati. Sì, stampati: perché la decorazione di questi dischetti di pasta è ottenuta attraverso uno stampo in legno che decora la pasta preparandola ad accogliere al meglio il condimento.

La loro storia affonda nel basso medioevo, quando una famiglia dell’aristocrazia locale commissionò a uno dei propri cuochi un tipo di pasta che riportasse lo stemma del casato: questo piccolo vezzo generò una vera e propria tradizione artigianale, quella di stampi di legno che assolvono una duplice funzione: di timbro e di taglio.

Seppur ottimi anche col pesto genovese o con olio, parmigiano e pinoli, per accompagnarli si consiglia – come anticipato – una salsa caduta un po’ in disuso: la salsa di pinoli, a base di mollica di pane, olio extravergine di oliva, aceto, sale e – naturalmente – pinoli!

Maggiori informazioni sulla pagina facebook dell’enogastronomo Thomas Gandolfo:  www.facebook.com/corzettidellevante/

Forte come una roccia. La storia di un pino diventato simbolo di una comunità

Forte come una roccia. La storia di un pino diventato simbolo di una comunità

“La mareggiata del 29 ottobre lo ha lasciato quasi intatto. Il resto intorno era solo distruzione. L[...]
L'anima di Santa Margherita

L'anima di Santa Margherita

Una brochure, un progetto dagli echi suggestivi ma soprattutto un censimento che permette di portare[...]
Pilates: un corpo nuovo in tempi da record

Pilates: un corpo nuovo in tempi da record

“Ti sentirai meglio in 10 sedute, ti vedrai meglio in 20 sedute ed avrai un corpo nuovo in 30”. In a[...]
Orega, il lusso solidale

Orega, il lusso solidale

di Luisa Pace Florian Lapp, Adrien Lefebvre e Sébastien Bonneaud si sono incontrati nel 2016 nel [...]
Fotoclub, 32 anni di amicizia

Fotoclub, 32 anni di amicizia

Nato nel 1986 su iniziativa di un gruppo di amici, il Fotoclub Immagine Avis è da oltre 30 anni un p[...]
La Cambusa, dove bellezza e bontà...Vanno a braccetto

La Cambusa, dove bellezza e bontà...Vanno a braccetto

Secondo molti è il ristorante più panoramico di Santa Margherita. E come dar loro torto? La banc[...]
La Madia, simbolo di una “Santa” da scoprire

La Madia, simbolo di una “Santa” da scoprire

E' noto, Santa Margherita viene apprezzata soprattutto per essere tutt'uno con un mare che lambi[...]
Soggetti...Da Libro

Soggetti...Da Libro

Ci sono Enzo Paci e Andrea Carlini, Enrique Balbontin e Maurizio Lastrico, Alessandro “Lesc” Bianchi[...]
All Sport, occasioni da non perdere

All Sport, occasioni da non perdere

A Santa Margherita l' abbigliamento sportivo ha un nuovo punto di riferimento. Si trova in Viale And[...]
Da Santa Margherita a Courmayeur: benvenuti allo Shatush

Da Santa Margherita a Courmayeur: benvenuti allo Shatush

Dopo una perfetta vacanza a Santa Margherita Ligure, trascorsa fra stabilimenti balneari di grido co[...]
Cappon Magro, una specialità firmata Beppe Achilli

Cappon Magro, una specialità firmata Beppe Achilli

Il suo nome - Cappon Magro - viene accompagnato sempre da un'aura di reverenza, almeno da parte di c[...]
Caboto, a scuola di caffè

Caboto, a scuola di caffè

Vi siete mai chiesti cosa fa la differenza fra un buon caffè e un pessimo caffè? La miscela, la tost[...]