Villa Durazzo cresce. Non sul piano delle volumetrie, ovviamente, ma nel giro d’affari e nei numeri dei visitatori. Cresce, soprattutto, il settore del wedding: nel 2018 si prevede addirittura un aumento di circa il 30% delle prenotazioni. “Anche gli italiani stanno riscoprendo la Villa”, commentano dagli uffici della Progetto Santa Margherita, la società interamente controllata dal Comune che è affidataria del complesso monumentale.




Anni di esperienza nel settore hanno portato allo sviluppo di servizi sempre più evoluti: i ricevimenti arrivano oggi anche fino a 800 invitati, con utilizzo in esclusiva della location e personalizzazione dell’evento con allestimenti di tendenza, coreografie luminose e floreali e le richiestissime wedding cake d’autore. Senza dimenticare la possibilità di optare per Villa San Giacomo se si privilegiano nozze più “raccolte”.

La fama internazionale della Villa è testimoniata dai Paesi di provenienza degli sposi: Regno Unito, Australia, USA, Grecia, Francia e Germania, solo per fare alcuni esempi. E poi i russi, che sognano celebrazioni molto ricercate nei particolari, sontuose negli allestimenti anche se spesso alla sola presenza di sposi e testimoni per il più romantico dei Sì, pronunciato di fronte al mare o nel piazzale del pozzo con la caratteristica pavimentazione ligure in pietre bianche e nere, scenografia preziosa per meravigliosi shooting fotografici.




Creata nel 2005…

…per la gestione di Villa Durazzo e degli ormeggi di transito nella Marina di Santa, la Progetto Santa Margherita è oggi uno dei principali attori economici del borgo 14 dipendenti a tempo indeterminato e 5 stagionali. Guidata dal 2010 dal manager genovese Lorenzo Sorvino, la società ha via via ampliato i propri affidamenti, fra cui spiccano quello della security portuale per il transito crocieristico, del bike sharing e quello delle aree blu gestite dal Comune. Sul piano dell’equilibrio economico, la società è oggi ritenuta un esempio fra le società a partecipazione pubblica con un bilancio in perfetto equilibrio e un delta positivo fra incassi per conto del comune e spese a carico di quasi 1 milione di euro (1.935.000 euro di introiti a fronte di 1.025.000 di costi).

I dati Economici

Lavori da favola: la wedding planner

Lavori da favola: la wedding planner

Che cosa serve per organizzare un matrimonio da favola? Semplice, almeno a dirsi: “Una buona idea e [...]
Con le cipolle è ancora più buona!

Con le cipolle è ancora più buona!

Fra tutte le varianti della focaccia, quella alle cipolle è sicuramente la più famosa e quella che[...]
Mortola, per l'uomo che non passa mai di moda

Mortola, per l'uomo che non passa mai di moda

Lacoste, Green Coast e Moorer, coi suoi eleganti capispalla. Benvenuti nel regno dell'uomo classico,[...]
Nuova Garaventa, qualità da vendere...All'ingrosso o al dettaglio

Nuova Garaventa, qualità da vendere...All'ingrosso o al dettaglio

Oggi si chiama Nuova Garaventa, è gestita da Alberto Cassola ma è la diretta continuazione della Dit[...]
L'ultimo CD di Corrado Barchi

L'ultimo CD di Corrado Barchi

Il 2017 ha portato in dono una gradita e apprezzata novità nel panorama musicale del Tigullio. Parli[...]