Ha 20 anni, è diplomata al Liceo Artistico Luzzati di Chiavari ed è una delle più giovani “promesse” della decorazione su muro.




Lei si chiama Giulia Contini ed è figlia d’arte. Sì, perché suo papà Rocco, da alcuni decenni, è uno degli artigiani più apprezzati sul campo; ora, oltre a restituire vita e bellezza alle facciate dipinte del genovesato, si occupa anche di far crescere professionalmente Giulia, formandola personalmente.

“Diventare una decoratrice è quello che sognavo fin da piccola ammirando mio papà sui ponteggi”, dice Giulia. Che di fronte a sé aveva altre strade, in ambito artistico, ma che ha scelto quella che dietro la ricchezza di prospettive future (intuibile dalla curiosità che le facciate dipinte suscitano fra i tanti turisti stranieri) è anche è la più faticosa. “In questo ramo si lavora all’aria aperta, al caldo o al freddo. Ma tutto si sopporta”. Per tradizione. E per passione.




Dove la carne è di casa, anche a pochi passi dal mare
Read more.
Santa Margherita Palace, quando l’hotel diventa un’icona di stile
Read more.
Cibo, musica e puro divertimento: il Covo di Nord Est
Read more.
Dove il gelato si chiama…Simonetti
Read more.
Dove qualità e freschezza sono sempre di casa: il ristorante Da Emilio
Read more.
Da architetto a…Sirena. La Via artistica di Francesca di Francesco
Read more.
Nuoto, per Simona Rossi un 2017 da incorniciare
Read more.
Dal tatuaggio al ciondolo: quando l’idea regalo è perfetta
Read more.
Piazza del Sole, bellezza a piene mani
Read more.
Langosteria, che successo lo sbarco in Riviera
Read more.
Vista dal Mare: la Riviera in battello
Read more.
Un angolo partenopeo nel cuore di Santa Margherita: la Trattoria San Siro
Read more.

Ricevi i nostri aggiornamenti: inserisci il tuo indirizzo mail