Undici camere, ognuna diversa dall’altra; alcune con baldacchino, un’altra col camino, altre ancora con arredamenti ricavati dal legno portato dal mare quando spira il vento di scirocco. Ognuna ha un nome diverso, che richiama un fiore, eccetto quella chiamata Miriam e dedicata alla mamma di Nicoletta, Jolanda e Giuseppe Pastine, gli artefici di questa nuova storia imprenditoriale cittadina. Una storia chiamata Hotel Sant’Andrea.




Eredi di una famiglia che annovera già, in città, l’Hotel Jolanda e il Tigullio et de Milan, i Pastine hanno ristrutturato la Pensione Nuova Riviera, antica proprietà famigliare fino a ieri gestita da terzi, trasformando l’antica palazzina di Via Belvedere in un lussureggiante boutique hotel, una struttura di nicchia dedicata agli amanti del design e di atmosfere improntate a un dolce e stimolante relax.

Ti è piaciuto questo articolo? Allora non perderti:

Frank Sinatra, quelle radici mai dimenticate

Frank Sinatra, quelle radici mai dimenticate

di Lella Mondini Per Genova e la Liguria il 24 giugno 1987 può ben dirsi una data storica. E' inf[...]
La Cambusa, tradizione e bellezza

La Cambusa, tradizione e bellezza

Metti una cena in una piazzetta affacciata sul mare. Metti, là sotto, la banchina, i pescherecci[...]
Il Circuito del Tigullio, dove nacque il mito di Nuvolari

Il Circuito del Tigullio, dove nacque il mito di Nuvolari

Ancora nel 1949 (anno cui si riferiscono le foto d'epoca), fra Santa Margherita Ligure e Rapallo si [...]
Giardini di Liguria, anche Villa Durazzo fra i primi 5

Giardini di Liguria, anche Villa Durazzo fra i primi 5

Ci sono ben due "gioielli" di Santa Margherita Ligure in Ligurian Gardens, l'ambizioso network varat[...]
25 anni al servizio del territorio: il Radio Club Levante

25 anni al servizio del territorio: il Radio Club Levante

Controllo dei sentieri e individuazione di discariche abusive, interventi con unità cinofile, so[...]