Piazza Caprera non è solo la splendida quinta teatrale del Santuario di Nostra Signora della Rosa o l’agorà cittadina in cui i sammargheritesi sono soliti incontrarsi per scambiarsi opinioni o bere un caffè, ma anche la sede di un colorato mercatino. 




Figura ormai storica di questo tessuto commerciale è Lupano, storico “bezagnin” (denominazione dialettale per indicare i negozi di ortofrutta, etimologicamente derivante dagli orti che si affacciavano sul torrente Bisagno a Genova) oggi condotto da Mara e Massimiliano.




Qui, abitanti e ospiti del borgo sanno di poter sempre trovare prodotti freschi e stagionali, fra cui anche ricercatissime primizie a km 0.

Santa Magazine ti suggerisce anche

Da Genova agli Stati Uniti passando per... La musica

Da Genova agli Stati Uniti passando per... La musica

Dal giovanile pellegrinaggio lungo le mitiche “blue highways” della profonda America cantate da Wood[...]
Il pittore dell'occhiopiuma: Vittorio Massimo Agus

Il pittore dell'occhiopiuma: Vittorio Massimo Agus

Di lui, la critica Giannina Scorza ha scritto: “Inscena nello spazio dei suo quadri l'eterno spettac[...]
Il top del made in Italy: benvenuti a La Gerla

Il top del made in Italy: benvenuti a La Gerla

Secondo alcuni è il miglior cioccolato del mondo. Di chi parliamo? Di Domori, naturalmente, l'aziend[...]
Villa Durazzo, il settore wedding spicca il volo

Villa Durazzo, il settore wedding spicca il volo

Villa Durazzo cresce. Non sul piano delle volumetrie, ovviamente, ma nel giro d'affari e nei numeri [...]
Un tocco femminile per un “baretto” tutto da scoprire

Un tocco femminile per un “baretto” tutto da scoprire

Le cose belle, si sa, sono sempre un po' nascoste e vanno scovate. Come questo bar del centro st[...]